Home | Calendario | Resoconti e foto | Iscrizioni | Siti amici | Contatti | Tesseramento | Pedaliamo a...


Ciclopedalata della notte di San Silvestro 2022

31 dicembre 2021 - ore 18.50: salutati  da numerosi amici e dopo una merenda offerta da Flavia (té caldo, panettone e cioccolata), i "veterani" Andrea e Nico e le "new entry" Marco, Giovanni e Paolo, prendono il via dalla tradizionale sede di partenza di Ponte Milvio, a Roma, per la settima edizione della Ciclopedalata della notte di San Silvestro che quest'anno porterà "quelli della notte" dalla capitale a Perugia.

I primi chilometri si sviluppano lungo la "Regina ciclarum", la ciclabile che corre sull'argine del Tevere fino a Labaro dove ci si immette sulla via Flaminia.

La temperatura è sostanzialmente gradevole anche se c'è una forte umidità che accompagnerà i ciclisti per tutta la notte.

Con lo scorrere dei chilometri il traffico veicolare si riduce progressivamente fino quasi ad annullarsi dopo il passaggio per Rignano Flaminio.

La sosta per il "cenone" di San Silvestro si effettua, come già tre anni fa in occasione della Roma - Assisi, presso il ristorante "Gattamelata" di Narni.

Qui i ciclisti trovano ad attenderli Ermanna, sorella di Giovanni, che proseguirà poi in auto fino a Perugia.

Il menù prevede pasta cacio e pepe, tiramisù, caffè e il brindisi con lo spumante allo scoccare della mezzanotte.

Ben rifocillati, i cinque pedalatori ripartono alla volta di Sangemini effettuando una breve sosta sotto le volte del monumentale ponte di Augusto sul fiume Nera.

Dopo Sangemini inizia a levarsi una nebbia, a tratti intensa, che accompagnerà i ciclisti fino a Perugia.

Poco dopo le 3:00 il gruppo fa il suo ingresso in piazza Vittorio Emanuele II a Todi, ancora animata da una buona quantità di giovani e meno giovani, non del tutto sobri, alcuni dei quali mostrano un vivo interesse per la nostra impresa.

L'uscita da Todi presenta qualche difficoltà per il fondo stradale bagnato dall'umidità della notte e la pendenza (in discesa) della strada (fino al 18%) che impegna non poco i sistemi frenanti delle bici.

Risolti un paio di piccoli problemi tecnici ai sistemi di illuminazione delle bici di Giovanni e di Nico, si procede spediti verso Perugia che viene raggiunta alle 7:00 in punto proprio mentre compaiono all'orizzonte le prime luci dell'alba.

Il contachilometri segna 180 km da Ponte Milvio e un dislivello di circa 2.200 metri.

Dopo le foto di rito, Giovanni saluta la compagnia e prende la via del ritorno con la macchina guidata dalla sorella Ermanna mentre gli altri quattro si accomodano sui tavolini di un bar e con tutta calma si concedono un'abbondante colazione prima di riprendere il treno per tornare a casa.

Buon anno a tutti

Prossimi aggiornamenti e programmi sul sito www.pedalandonellastoria.net